Che strana gente “quelli del 118”

Il sole che batte, la divisa che ti fa sudare la pelle.
La stanchezza, a volte lo sfinimento.
L’opera che ogni giorno prestano i nostri volontari è importante, tanto quanto lo sono i cittadini che soccorriamo.
Ci siamo sempre, gratuitamente.
Gli uomini e le donne di Pronto Emergenza, giovani e meno giovani, ogni giorno garantiscono un servizio professionale e puntuale alle popolazioni.
Che strani “quelli del 118”.12747309_1524325737863554_670846641825849533_o..
Nei week end non vanno in gita con le famiglie ma preferiscono prestare servizio sulle ambulanze…
Proprio non li capisco “quelli del 118″…
A Natale, Pasqua, Ferragosto e in altre festività raramente sono in ferie e, spesso, nel bel mezzo della festa lasciano tutto per coprire qualche turno…
Non sono normali “quelli del 118″…
Pur essendo considerati strani, non normali, pur non essendo compresi, grazie al cielo “quelli del 118” ci sono sempre, in ogni momento!
E’ un piacere servire chi ha bisogno senza chiedere nulla in cambio, il vero volontariato è questo: libero e continuo scambio di doni dove tutti si arricchiscono.
G.F.